Ecobonus e Bonus Casa: le detrazioni fiscali del 2020 per ristrutturazioni ed efficientamento energetico

.

Aggiornamento del 30/04/2020

.

Che ne sarà della rivoluzione green dopo questa pandemia mondiale?

Se ne sta parlando tanto. In politica, sui giornali, sulle riviste e sui blog di settore. Qualche mese prima dell’inizio della crisi sanitaria era stato presentato il Green New Deal, il grande patto europeo che intende trasformare l’Europa nel primo gruppo di Paesi a impatto climatico zero entro il 2050. Oggi c’è chi cerca di tornare indietro e chi invece, spinto dal desiderio di una ripartenza ecologica, incita a una stretta ancora più forte in direzione della rivoluzione sostenibile. Succede anche in edilizia, come dimostra la recente pubblicazione del nuovo manifesto “Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro” da parte del Green Building Council Italia.

Molti degli argomenti attualmente trattati sul tema tuttavia, in edilizia così come negli altri settori produttivi, sono ancora semplici proposte. Le direttive ufficiali a cui fare riferimento, restano i provvedimenti sanciti dalla Manovra Finanziaria 2020.

.

Edilizia e detrazioni: dove eravamo rimasti

Con l’approvazione della Manovra Finanziaria 2020, l’Ecobonus e il Bonus Casa erano stati riconfermati per tutto il 2020 con le stesse aliquote e caratteristiche dello scorso anno. A tali sconti fiscali era stato aggiunto il Bonus Facciate, relativo al restauro delle facciate degli edifici cittadini.

Inoltre, a fine febbraio si era parlato di un possibile aumento delle detrazioni dell’Ecobonus dal 65 all’80%, come effetto diretto del Green New Deal. E qualche giorno fa Fillea CGIL e Legambiente hanno proposto un piano di rilancio dell’edilizia che comprende detrazioni al 75% e un’estensione di Sisma Bonus, Ecobonus e Bonus Facciate fino al 2025.

Ma il nostro unico riferimento certo, oggi, se vogliamo scoprire come risparmiare sulle opere di riqualificazione e ristrutturazione degli edifici, sono le detrazioni fiscali confermate dalla Legge di Bilancio 2020 (legge 160/2019) e dal Decreto Fiscale 2019. In poche parole: Ecobonus, Bonus Casa e Bonus Facciate.

.

Che cos’è l’Ecobonus e cosa è possibile detrarre

L’Ecobonus è un tipo di detrazione fiscale applicabile agli interventi di riqualificazione energetica degli immobili. In relazione all’anno corrente, gli importi detraibili riguardano le spese sostenute tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, per le seguenti opere di riqualificazione:

  • caldaie a biomassa – detrazioni al 50%
  • serramenti e infissi – detrazioni al 50% o al 65%
  • schermature solari – detrazioni al 50 o al 65%
  • caldaie a condensazione classe A – detrazioni al 50 o al 65%
  • riqualificazione globale dell’edificio – detrazioni al 65%
  • caldaie condensazione classe A+ – detrazioni al 65%
  • generatori di aria calda a condensazione – detrazioni al 65%
  • pompe di calore – detrazioni al 65%
  • scaldacqua a pdc – detrazioni al 65%
  • coibentazione involucro – detrazioni al 65%
  • collettori solari – detrazioni al 65%
  • generatori ibridi – detrazioni al 65%
  • sistemi di building automation – detrazioni al 65%
  • microcogeneratori – detrazioni al 65%

.

Scarica dal link sottostante l’elenco ufficiale delle detrazioni Ecobonus + Bonus Facciate realizzato dall’ente nazionale ENEA o visita il sito www.efficienzaenergetica.enea.it per informazioni dettagliate e aggiornate in tempo reale.

.

La richiesta della detrazione deve essere effettuata entro 90 giorni dalla fine dei lavori, inviando domanda telematica attraverso il sito web dell’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA).

Vuoi inviare la domanda per l’Ecobonus? Accedi da qui al sito ufficiale dedicato.

.

Bonus Casa: che cos’è e come richiedere la detrazione

Il Bonus Casa è una detrazione fiscale del 50% applicabile alle spese relative a quegli interventi di ristrutturazione degli immobili che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili. In riferimento all’anno corrente, il bonus riguarda le spese sostenute tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, in merito a:

  • strutture edilizie
    • riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati, delle strutture opache orizzontali e inclinate che delimitano gli ambienti riscaldati, dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati
  • infissi
    • riduzione delle trasmittanza di serramenti e infissi
  • impianti tecnologici
    • installazione di collettori solari, caldaie a condensazione, generatori di calore ad aria a condensazione, pompe di calore, sistemi ibridi (caldaia a condensazione + pompa di calore), micro-generatori, scaldacqua a pompa di calore, generatori di calore a biomassa, sistemi di contabilizzazione del calore, impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo, teleriscaldamento, sistemi di termoregolazione e building automation
  • elettrodomestici in classe A+ o superiore
    • forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici, asciugatrici

.

Scarica dal link sottostante l’elenco ufficiale degli interventi di ristrutturazione edilizia su cui è applicabile il Bonus Casa 2020 o visita il sito www.efficienzaenergetica.enea.it per informazioni dettagliate e aggiornate in tempo reale.

.

Vuoi inviare la domanda per il Bonus Casa? Accedi da qui al sito ufficiale dedicato e scarica dal link qui sotto la guida gratuita di ENEA (ultimo aggiornamento: aprile 2020).

.

Detrazioni per l’adeguamento antisismico: il Sisma Bonus

Anche il miglioramento dalla prestazione sismica del proprio edificio è “premiato” con interessanti agevolazioni fiscali. A differenza delle detrazioni trattate in precedenza, il Sisma Bonus non ha dovuto subire rinnovi in quanto la sua validità era già stata confermata fino alla fine del 2021.

Il Sisma Bonus è applicabile alle spese sostenute per l’adeguamento antisismico di prime o seconde case situate nelle zone a rischio sismico 1-2-3, tramite ristrutturazione o demolizione+ricostruzione, nelle seguenti modalità:

  • miglioramento delle prestazioni sismiche di un immobile, senza scatto di livello all’interno delle 8 classi di rischio sismico degli edifici (A+, A, B, C, D, E, F,G) – detrazioni al 50%
  • miglioramento delle prestazioni sismiche di un edificio di un livello nella scala del rischio sismico (ad esempio dalla classe B alla classe A o dalla classe G alla classe F) – detrazioni al 70%
  • miglioramento delle prestazioni sismiche di un edificio di due livelli nella scala del rischio sismico (ad esempio dalla classe E alla classe C o dalla classe G alla classe E) – detrazioni all’80%
  • miglioramento delle prestazioni sismiche delle parti comuni di un edificio condominiale, con scatto di un livello nella scala del rischio sismico (ad esempio dalla classe A alla classe A+) – detrazioni al 75%
  • miglioramento delle prestazioni sismiche delle parti comuni di un edificio condominiale, con scatto di due livelli nella scala del rischio simico (ad esempio dalla classe F alla classe E) – detrazioni all’85%

.

Vuoi inviare la domanda per il Sisma Bonus? Accedi da qui alla sezione dedicata del sito dell’Agenzia delle Entrate per scaricare il modulo e verificare ogni dettaglio.

.

Bonus Sarotto Group: il nostro incentivo alla ricostruzione

Oltre alle tematiche della riqualificazione energetica e della ristrutturazione edilizia, noi di Sarotto Group siamo particolarmente sensibili al tema del consumo di suolo. Molti degli edifici vecchi e in rovina presenti sul territorio italiano sono obsoleti, non più utilizzabili, e tuttavia occupano uno spazio ambientale che potrebbe essere riservato a ecosistemi naturali oppure a edifici abitabili. Quando la ristrutturazione non è possibile, la scelta deve ricadere sulla demolizione e ricostruzione.

A tutti i clienti che optano per la demolizione di un vecchio edificio e la ricostruzione di una casa moderna (una Biocasa ® o una semplice casa in linea con le direttive edilizie contemporanee), riserviamo sempre uno sconto del 5% sul preventivo finale.

Scopri nel nostro catalogo digitale le case prefabbricate Sarotto Group e richiedici un preventivo per una costruzione, una ristrutturazione o una demolizione+costruzione.

.

.

Fonti: Ansa – Agenzia delle Entrate – Enea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *